Amedeo Bertuccioli e Zaira Mazzanti Bertuccioli

Sparvengol

Creatura delle tenebre o più innocuo folletto malizioso, “el sparvengol” (o “sparvengle”) minacciava i sogni dei discoli, ai quali mamme e nonne ammannivano storie di paura, e più frequentemente disturbava le notti di chi non teneva il conto dei bicchieri all’osteria. Dalla penna di Amedeo Bertúccioli, professore di francese e scrittore in lingua dialettale pesarese (le sue poesie vinsero diversi premi in concorsi nazionali) una raffinata invenzione sul tema.