About

Questo blog nasce dall’esperienza dei progetti sulla memoria di luoghi, persone e accadimenti ideati da Cristina Ortolani a partire dal 1999, sviluppati e ampliati grazie all’apporto di alcuni enti locali, sponsor e di numerosissime persone, che hanno contribuito con i loro ricordi, con la loro professionalità e – soprattutto – con il loro entusiasmo.
Alla pagina progetti e pubblicazioni è riportato un sommario elenco di queste esperienze; per non disperdere il lavoro svolto sinora si è deciso di provare a raccogliere quei materiali – in parte già presenti sul web – in un unico contenitore, che sarà implementato nel tempo anche con nuovi argomenti e temi.

Cristina Ortolani


 

Farememoria

Conservare traccia delle storie di un territorio, per restituirle alla comunità locale; ricomporre gli indizi del passato, prendersi il tempo di sostare e riflettere sul “come una volta”, per rintracciarvi ciò che è utile all’oggi: per rammentare, ricordare e, come ripercorrendo la scia di briciole o sassolini delle fiabe, ritrovare la strada.

Fare memoria, oggi, per tenere insieme ciò che è stato disperso, accantonato, troppo sbadatamente lasciato alle spalle. Fare memoria, ma con l’attenzione di un occhio vigile, perché davvero il passato possa darci strumenti atti a comprendere l’oggi.

Al di là della nostalgia, della sommaria fascinazione verso le atmosfere rétro delle foto seppiate, il tentativo di dare luogo a un’officina della memoria condivisa; luoghi e occasioni dove costruire la memoria attraverso la concretezza delle storie, dei ricordi, delle esperienze: attraverso le persone, le loro vite.

 

Leggi l’introduzione all’esposizione farememoria – la stanza dei ricordi, svoltasi nel settembre 2012 a Pesaro

———————

Cristina Ortolani

Cult moviesNinotchka di Ernst Lubitsch, a pari merito con Intrigo internazionale di Alfred Hitchcock, e The pirate di Vincente Minnelli. Cult books: Jane Austen, Orgoglio e pregiudizio; Cristina Campo, Gli imperdonabili; Francis Scott Fitzgerald, Il grande Gatsby. E Franca Valeri, La signorina snob. Luogo: la luce della Provenza. Colori: quelli di Matisse. Si avvicina al racconto della memoria attraverso i libri di Giovannino Guareschi, le storie di fantasmi della nonna e le provocazioni del professor Arnaldo Picchi, con il quale si è laureata a Bologna, al DAMS – Spettacolo, nel 1993. Del teatro (per il quale ha firmato dal 1984 al 2004 i costumi di diversi spettacoli di opera lirica) le restano scatole di campioni di tessuti d’epoca, che utilizza per comporre artworks ai quali – dice – spera di dedicare la vecchiaia. Tra storia e storie ha curato una ventina di pubblicazioni, principalmente legate al territorio provinciale di Pesaro e Urbino, tra cui Pesaro, la moda e la memoria (2008 e 2009) e Il facchino della diocesi. Giovanni Gabucci (1888-1948). Ha collaborato con la Fondazione Vittorio De Sica con alcuni saggi sui costumi nei film del grande regista. Dal 1999 al 2007 ha collaborato con Art – servizi editoriali con la scrittura di testi per il web e la carta stampata, occupandosi di costume, lifestyle, teatro e cinema. Dal 1996 collabora con enti locali e privati della Provincia di Pesaro e Urbino per progetti e iniziative culturali sui temi della memoria locale; nel 2005 ha creato la Memoteca Pian del Bruscolo e ideato l’iniziativa di promozione del territorio Un paese e cento storie. Nel 2010 ha ideato la rivista “Promemoria” e avviato pesaromemolab – laboratorio per la memoria condivisa promosso dal Comune di Pesaro e da diverse istituzioni culturali provinciali. È nata nel 1965 a Pesaro, dove vive e lavora.

Curriculum vitae completo (pdf)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...